Edizione 2024

DALLA FUSIONE TRA FUOCO DANZA & MUSICA A QUELLA TRA INNOVAZIONE E TRADIZIONE

Dalle ultime tendenze innovative e d’avanguardia, ai classici “Evergreen” di Circo e Teatro che da sempre trovano e troveranno un posto in questo straordinario e colorato carrozzone in strada incredibilmente dal 1992 e che pur tre mille sobbalzi, scossoni, urti e cozzi, mantiene salda la rotta. Mai fermato, mai, neppure nei bui anni della Pandemia, tra i pochi nel mondo e pochissimi in Italia.

5 giorni in compagnia di fenomenali compagnie e band dei quattro angoli del pianeta: performance di fuoco, equilibrismo, illusionismo, clownerie, circo, teatro, circo teatro, danza, pantomima e tanto altro … e poi tanta e bellissima musica dai classici da festival alle ultime tendenze: in breve dal reggae ska rock steady klezmer e alla techno ed altro … per la trap no … almeno non qui

"INCANDESCENTI ECCEZIONI"

Perché questo, lo strano titolo della XXXIII Edizione?
Perché sarà un anno d’eccezionali eccezioni dal circo al teatro al circo-teatro, alle arti performative alla musica.

Perché in mezzo al nostro meraviglioso Parco Fluviale, (ma a Levante non a Ponente) si proprio li, dove scorre il leggendario Bidente, il fiume poeta che barra di artisti, musici, profumi e colori e che sempre ci ispira, avremo una meravigliosa infuocata eccezione, uno straordinario spettacolo idi fuoco, luce led, lapilli & braci, manipolazione oggetti infuocati, danze, musica live effetti pirotecnici. Uno show magico e nel contempo estremamente energetico. Tecniche di altissimo livello unite ad un velocità di esecuzione ed un ritmo che non  permettono tempi morti. Un insieme di eccellenze difficilmente riscontrabili in un’unica compagnia una delle miglior In Francia e quindi al mondo. Per la prima volta in Italia, un anteprima assoluto solo per  voi e solo a Santa Sofia in questo 2024.

ARTE E MERAVIGLIA IN OGNI STRADA

Ma non sarà l’unica eccezione. A Ponente sempre in alveo un grande artista cinese che vive in Giappone, non un, ma il fuoriclasse assoluto del’acrobatica e dell’equilibrio, solo per citare due delle numerose arti, in cui si esibirà, nel su fantasmagorico show, oltretutto in versione mai effettuata in Europa … con un nuovo partner di pari livello.

Una straordinaria band che torna dopo oltre un decennio, forse la miglior band che calchi da sempre i circuiti dei festival: per l’energia ed il pathos che comunica durante le esibizioni on stage ed in strada oltre alle indubbie capacità tecnico\musicali e che potrete ammirare anche sul grande palco del “MusiK ParK” a Ferragosto “after midnigth” per una chiusura col botto… ma anche durante tutti i giorni della kermesse.

Questi sono solo tre esempi, perché l’eccezionalità è egualmente distribuita tra tutte le compagnie e le band di questa straordinaria edizione alla Vecchia Pesa come nell’Alto Parco, dove altre due straordinarie compagnie vi mostreranno, unicità, genialità, in numeri talmente emozionanti da lasciare senza fiato, uniti a poesia, capacità tecniche di altissimo livello, senso della narrazione, musica dal vivo... l’originalità al potere…

Che tu sia appassionato di circo-teatro o neo circo, come si usa chiamarlo ora, teatro, danza, musica o circo, immergiti in un'atmosfera vivace e coinvolgente, in cui la magia dell'arte prende vita. Dall’11 al 15 agosto, strade e piazze si trasformano in un palcoscenico a cielo aperto, (ma non mancheranno spettacoli al teatro Mentore ed alla Sala Milleluci), vibrante di energia: unisciti alla festa, partecipa agli spettacoli interattivi e riempi i tuoi occhi di meraviglia!

SPETTACOLI CHE DIVERTONO MA CHE SANNO ANCHE FAR RIFLETTERE

Nel Circo Teatro, ogni spettacolo racconta una storia: felice, triste, semplice, complicata, curiosa… Ma mai scontata! Gli artisti stralunati e bizzarri si cimentano in esibizioni surreali, performance di sostanza e fatica fisica: in alcuni prevarrà la fisicità, l’acrobatica, la forza, l’equilibrio, in altri la comicità, l’illusione e lo stupore, ma in tutti troverete qualcosa di speciale che renderà i vostri ricordi indimenticabili. Sarà come accade da diversi anni la regina delle discipline perché estremamente multidisciplinare… Spettacoli unici irripetibili, complessi, pensati e studiati nei minimi particolari, spesso le discipline sono “il Pretesto” ed il “Mezzo” per raccontare storie di vita quotidiana…

come amiamo spesso dire: "difficile a spiegarsi? Meraviglioso a vedersi!"

MUSICA DAL VIVO IN OGNI ANGOLO... E NON SOLO!

Dall’angolo più intimo e protetto in acustico, ai grandi palchi on stage: la musica la fa da padrona e lungo ogni strada e ogni vicolo sentirete riecheggiare le note dei musicisti e delle band. Il palco principale  come nella scorsa edizione: al Musik Park si ballerà sino fino a notte fonda, verrà rilanciata l’Osteria del parco con spettacoli e musica nel cena e nel dopo cena, come succedeva diversi anni fa. 

E siccome amiamo le novità, quest’anno il secondo palco On Stage, si trasferisce al Baraonda Loc.2 nel parco Fluviale zona  Sala Millelluci. La sala  inaugurata qualche mese fa, torna definitivamente all’interno del circuito Festival con spettacoli impedibili. Per chi ama il connubio tra arte e natura, imperdibile è la visita al Parco Sculture: un vero e proprio museo all'aperto, un itinerario tra 12 sculture giganti e opere di artisti famosi, che si snoda dal centro di Santa Sofia, partendo dal Parco Giorgi (della Resistenza), per scendere poi nell’alveo del fiume Bidente e sino alla frazione di Capaccio.

GOLOSITÀ DI STRADA IN STRADA IN STRADA UNA FESTA ANCHE DI SAPORI E COLORI

Tra le dolci colline di Santa Sofia, l'amore per la terra si trasforma in delizie culinarie, tesori riconosciuti come presidi Slow Food. Dal Raviggiolo alla Panina, dal Tortello alla Lastra alla salsiccia matta fino ai funghi porcini e non solo … Gusta l'autenticità dei tanti prodotti artigianali e assapora questa esperienza gastronomica unica. Ristoranti, food truck, assaggi e tanto altro per allietare tutti i sensi e assaggiare i prodotti tipici dell'enogastronomia Romagnola.

Perché oltre agli occhi, anche il gusto vuole la sua parte e in Romagna non ci facciamo mai sfuggire l'occasione per condividere le nostre prelibatezze insieme a un buon bicchiere di vino, tra gioia e risate.

Contatta la PRO LOCO o l'ufficio turistico per maggiori informazioni sugli eventi e sulle bellezze di Santa Sofia.

NON SI ESCLUDONO SOPRESE MUSICALI DI LIVELLO SUPERLATIVO !!!

SE VI INTERESSA APPROFONDIRE ….

Pochi sanno che il circo, dalla seconda metà del 1900 con il fenomeno del Noveau Cirque Francese, ha avuto una vera e propria svolta contemporanea, avvicinandosi al mondo del teatro, combinando le sue discipline più classiche e ricche di magia a quelle più tradizionali del palco, come il mimo e la danza. L'innovazione qui, non esprime soltanto le nuove sperimentazioni artistiche del Circo Contemporaneo perché poi così nuovo, non è. visto che nasce in Francia già attorno al 1972 quindi oltre mezzo secolo fa. Al festival proponiamo soprattutto, le tendenze del Circo Teatro nato in Francia attorno alla fine degli anni Novanta, da sempre in continua evoluzione, proprio per questo difficile stabilire una data di nascita esatta se non fine anni Novanta.

Questo incredibile movimento, si differenzia in modo sostanziale dal Circo Contemporaneo nei fatti e negli show, e nelle storie narrate. Il Circo Contemporaneo, si differenzia dal Classico soprattutto per il non uso di animali, l’avvicinamento al teatro l’introduzione di mimo e danza, ma perpetua nei fatti la tradizione di quel modo di fare del circo tradizionale, in tutte le altre discipline e delle tradizioni della famiglia circense, dove gli insegnamenti si tramandano, di padre in figlio, Il Circo Teatro degli ultimi 20 anni, restando in casa nostra, è composto da artisti non di famiglia circense. Ma giovano che scelta e passione vanno a studiare nelle migliori scuole ed università del circo e del teatro che urbano, che nascono un po’ ovunque , specialmente nel nord Europa e Usa, in Italia Torino, non a caso vicino alla Francia, a Barcellona in Catalogna ecc… da in qualcosa di veramente diverso, tant’è che è da qui, che certi show, cominciano ad essere ammessi anche nei salotti buoni dei teatri, ed è da qui che in Italia si comincia a sentir parlare con insistenza in certi ambienti d’avanguardia di Circo Teatro, più che di Circo Contemporaneo. La tradizione richiama le radici culturali delle arti circensi classiche e del teatro di tradizione che si tramandano nel tempo, il circo teatro le esalta, le mantiene vive, ma non staticizzandole, semmai reinventadole; dando loro nuova linfa vitale.

Questi due mondi, Il Circo Classico e la tradizione il Circo Teatro e l’innovazione, creano l’occasione per scoprire nuovi orizzonti, rompere gli schemi e, al contempo, apprezzare la bellezza e la ricchezza delle tradizioni che ci hanno cresciuto.